Psicologo terapia coppia gay

Sostegno psicologico con coppie omosessuali

Psicologa in provincia di Venezia, Padova e Verona


Il sostegno psicologico con coppie omosessuali è indicato per tutte quelle coppie che stanno affrontando un momento di crisi nella relazione.
Molti problemi che le coppie omosessuali devono affrontare sono simili a quelli delle coppie eterosessuali, anche se la letteratura evidenzia alcune differenze, come ad esempio la difficoltà in più che le coppie omosessuali devono affrontare ogni giorno nell’interfacciarsi con la società, l’ambiente lavorativo e le famiglie di origine. Purtroppo, anche se si sono fatti molti passi avanti sul tema omosessualità, tante persone hanno ancora pregiudizi nei confronti degli individui omosessuali, a maggior ragione quando si devono relazionare con una coppia omosessuale.
Durante il sostegno di coppia entrambi i partner si mettono in discussione e si aprono al dialogo.
Il professionista fornisce strumenti e strategie che permettano alla coppia di costruire una comunicazione efficace, che faciliti il confronto su più fronti: sessualità, fiducia, autonomia e responsabilità.
Il compito del professionista è quello di ascoltare, supportare ed aiutare queste coppie in difficoltà utilizzando un atteggiamento non giudicante.
Le seguenti linee giuda possono essere di aiuto allo psicologo/psicoterapeuta per affrontare nel modo più corretto il percorso con la coppia omosessuale.

Psicologa coppia lesbica

Linee guida per il sostegno psicologico con persone omosessuali e bisessuali

Le linee guida seguenti sono la traduzione di quelle pubblicate dall’APA (American Psychological Association). Sono tese a fare da base alla pratica psicologica e psicoterapeutica con i clienti GLB (Gay, Lesbiche e Bisessuali). Su queste tematiche i professionisti sono incoraggiati a istruirsi il più approfonditamente possibile.

Atteggiamenti verso l’omosessualità e la bisessualità

  • Lo psicologo si sforza di comprendere gli effetti dello stigma (cioè pregiudizi, discriminazioni, violenze) e le sue varie manifestazioni contestuali nelle vite delle persone gay, lesbiche e bisessuali.
  • Lo psicologo comprende che l’orientamento omo e bisessuale non costituisce una malattia mentale.
  • Lo psicologo comprende che l’attrazione, i sentimenti e i comportamenti omosessuali sono varianti normali della sessualità umana e che i tentativi di cambiare l’orientamento sessuale non si sono dimostrati efficaci o sicuri.
  • Lo psicologo è incoraggiato a riconoscere in che modo i suoi atteggiamenti e la sua conoscenza delle tematiche GLB possa essere rilevante alla valutazione e al trattamento e a cercare aiuto o dare indicazioni appropriate quando opportuno.
  • Lo psicologo si sforza di riconoscere l’unicità dell’esperienza delle persone bisessuali.
  • Lo psicologo si sforza di distinguere le tematiche dell’orientamento sessuale da quelle dell’identità di genere quando lavora con clienti GLB.

Relazioni e famiglie

  • Lo psicologo si sforza di essere informato delle relazioni GLB e di rispettarne l’importanza.
  • Lo psicologo si sforza di comprendere le esperienze e le sfide che affrontano i genitori GLB.
  • Lo psicologo riconosce che le famiglie di individui GLB possono includere persone che non sono legate biologicamente né legalmente.
  • Lo psicologo si sforza di comprendere i modi in cui l’orientamento omo o bisessuale di un individuo può avere un impatto sulla sua famiglia di origine e sulla relazione con la famiglia di origine.

Problematiche di diversità

  • Lo psicologo si sforza di riconoscere le sfide relative alle norme e alle  credenze affrontate da gay, lesbiche e bisessuali appartenenti a minoranze razziali o etniche.
  • Lo psicologo è incoraggiato a considerare l’influenza della religione e della spiritualità nella vita delle persone GLB.
  • Lo psicologo si sforza di riconoscere le differenze di gruppo e di età tra gli individui GLB.
  • Lo psicologo si sforza di comprendere i rischi e i problemi peculiari dei giovani GLB.
  • Lo psicologo è incoraggiato a riconoscere le difficoltà particolari che affrontano gli individui GLB con disabilità fisiche, sensoriali ed emotivo-cognitive.
  • Lo psicologo si sforza di comprendere l’impatto dell’HIV/AIDS nelle vite degli individui e delle comunità GLB.

Problematiche economiche e lavorative

  • Lo psicologo è incoraggiato a considerare l’impatto dello status socioeconomico nel benessere psicologico dei clienti GLB.
  • Lo psicologo si sforza di comprendere le problematiche lavorative peculiari degli individui GLB.

Formazione e training

  • Lo psicologo si sforza di includere le problematiche GLB nella formazione e nel training professionale.
  • Lo psicologo è incoraggiato ad accrescere la sua conoscenza e comprensione dell’omosessualità e della bisessualità attraverso un processo costante di formazione, training, supervisione e consulenza.

Ricerca

  • Nell’utilizzo e nella diffusione di ricerche sull’orientamento sessuale e relative problematiche, lo psicologo si sforza di rappresentare i risultati con completezza e accuratezza e di essere consapevole del potenziale utilizzo o rappresentazione impropri dei risultati della ricerca.
Consulenza psicologa in studio

Consulenza psicologica Online


Le consulenze on-line sono possibili attraverso l'utilizzo delle piattaforma Skype, Apple Facetime, WhatsApp o Google Hangouts. Scopri i vantaggi della Consulenza psicologica online.

Psicologa Online

Consulenza psicologa in studio

Consulenza psicologica in studio


I colloqui di sostegno psicologico individuali o di coppia possono essere fissati su appuntamento.

Fissa un Appuntamento

Consulenza psicologa in studio

Consulenza psicologica a Domicilio


Le consulenze a domicilio vengono effettuate solo in caso di particolari necessità.

Fissa un Appuntamento

Consulenza psicologa in studio

Scopri di più su di me

Chi sono

Contattami

Chiedi una consulenza psicologica


Cliccando su invia accetti le condizioni di utilizzo del sito e l’informativa sul trattamento dei dati personali.